Programma 2017

 

Festival CinemaZERO2017

Trento, dall’1 al 3 dicembre

ingresso gratuito

Venerdì 1 Dicembre

18.30 | The Philippines: Life, Death and Revolution (1986, 55’), di Jon Alpert

Dimostrando pienamente l’approccio diretto ai suoi soggetti, Jon Alpert realizza una pietra miliare del reportage su guerra civile e povertà, raccontando, attraverso una serie di storie di persone comuni, guerriglieri, ricchi e politici corrotti, ciò che può lasciare sul campo una rivoluzione, anche quando libera un paese da un potere antidemocratico e oppressivo.

19.30 | Mariela Castro’s March: Cuba’s LGBT Revolution (2015, 40’), di Jon Alpert

Attraverso un racconto composto come un mosaico di storie, con cui entra in contatto in un’infaticabile ricerca di testimonianze, esperienze ed esistenze quotidiane in qualche modo significative, Jon Alpert racconta la lotta di Mariela Castro, figlia di Raul e nipote di Fidel, per il riconoscimento dei diritti delle persone LGBT a Cuba.

20.15 | Aperitivo CinemaZERO

20.45 | FCZ2017: Opere in concorso (parte 1)

Le migliori fra le 539 opere iscritte da tutto il mondo si contendono il premio della giuria e il premio del pubblico in sala. Film entro i 20’ di durata, con temi, linguaggi e gradi di sperimentalità differenti, uniti sotto l’idea di CinemaZERO, fatti con poco e da poche persone; film autonomi, liberi.

FCZ2017 presenta: Revolution will not be YouTubized (a cura di Tiziana Poli)

Parafrasando la celebre canzone di Gil Scott-Heron, un mini-film di montaggio sulla rappresentazione della rivoluzione su YouTube.

 

Sabato 2 Dicembre

16.00 | Life of Crime 2 (1997, 120’), di Jon Alpert

Le vicende di due uomini e una donna con figli (in rapporti con entrambi gli uomini) fra furti, espedienti di ogni tipo e tossicodipendenza, nelle strade di Newark, alle porte di New York. L’autore, sempre vicino all’azione, riesce a trarre dalle disperate vicende loro e del loro intorno un senso di profonda umanità, seppure alla deriva.

18.15 | The Good Intentions (2016, 85’), di Beatrice Segolini

Una famiglia, un tabù, una filmmaker che torna a casa per infrangerlo. Benvenuti nell’incubo di un piccolo universo in cui tutti sono innocenti – o forse no.

19.45 | FCZ2017 presenta: Mostri familiari (a cura di Alberto Brodesco)

Un mini-film di montaggio su come vengono raccontate la famiglia, le relazioni e lo spazio privato nei video su internet e sui social network.

20.15 | Aperitivo CinemaZERO

20.45 | FCZ2017: Opere in concorso (parte 2)

Le migliori fra le 539 opere iscritte da tutto il mondo si contendono il premio della giuria e il premio del pubblico in sala. Film entro i 20’ di durata, con temi, linguaggi e gradi di sperimentalità differenti, uniti sotto l’idea di CinemaZERO, fatti con poco e da poche persone; film autonomi, liberi.

SguardoZERO: Concorso video under 30

5 film di massimo 5’, prodotti da under 30 in collaborazione con il FCZ2017, valutati e premiati dal pubblico in sala.

 

Domenica 3 Dicembre

16.30 | Must Read After My Death (2007, 76’), di Morgan Dews

Una famiglia raccontata dai documenti lasciati dalla madre con la richiesta che venissero aperti solo dopo la sua morte: vi si trova la dissoluzione di una famiglia mostrata da filmini familiari, audioregistrazioni, lettere e pagine di diario.

18.00 | “Video (vs) Arte. C’è del bello su YouTube?” a cura di Alberto Brodesco

Alberto Brodesco guida gli spettatori in un viaggio alla ricerca dei video più sperimentali pubblicati su YouTube, seguendo la traccia di quanto fatto dai Cahiers du Cinema nel 2016.

18.45 | Surveillance Camera Man (2017, 50’)

Un incredibile “oggetto misterioso” apparso su YouTube e poi bandito. Che effetto fa essere ripresi da una telecamera? Nessuno, se è una telecamera di sorveglianza nascosta da qualche parte, ma se c’è una persona dietro l’obbiettivo, a quanto pare, cambia tutto.

19.45 | FCZ2017 presenta: Cine-Occhio-Verso (a cura di Guido Laino)

La celebrazione dei cento anni dalla Rivoluzione d’ottobre deve considerare anche l’avanguardia cinematografica e poetica. L’opera di Dziga Vertov incontra la poesia di Majakovskij.

20.15 | Aperitivo CinemaZERO

20.45 | Cuba and the Cameraman (2017, 113’), di Jon Alpert

Un documentario eccezionale che racconta quarant’anni di rivoluzione a Cuba, dal ’72 alla morte di Fidel Castro, nella vita di tutti i giorni, incontrando persone con idee e provenienze differenti (una famiglia di contadini, un contrabbandiere, una famiglia che pian piano si disgrega espatriando verso gli USA, ecc.), ma anche per mezzo di documenti straordinari, come una serie di incontri vis-à-vis con Fidel Castro in persona.

Premiazioni FCZ2017 e SguardoZERO

Proclamazione dei vincitori dei diversi premi dei due concorsi del FCZ2017.

ManiFCZ2017_internet
a cura di Guido Laino in collaborazione con Alberto Brodesco e Luigi Pepe

organizza: il Funambolo